Cidnewski Kapelye

C I D N E W S K I
K a p e l y e
K l e z m e r M u z i k

La musica klezmer è la musica tradizionale sviluppatasi nelle comunità ebraiche askenazite dell’Europa centro-orientale. Suonato da musicisti professionisti chiamati klezmorim, questo genere comprendeva in origine principalmente brani strumentali e danze eseguite in occasione di matrimoni ed altre celebrazioni. Negli Stati Uniti questo genere si è diffuso tra gli immigrati delle comunità di lingua Yiddish arrivati tra gli ultimi decenni del XIX secolo e i primi del XX, subendo l’influenza delle musiche del nuovo continente, in particolare lo swing e il nascente jazz.

Il gruppo nasce da un’idea del clarinettista Angelo Baselli nel maggio 2016. Partendo dalle
registrazioni storiche e dal lavoro di ricerca effettuato tra la fine del XIX e i primi decenni del XX secolo, i Cidnewski Kapelye hanno creato un suono molto personale, caratterizzato da un organico originale e duttile, cercando di mantenere però inalterati il carattere e lo spirito di questa musica, sospesa tra il riso e il pianto, tra l’intimità della preghiera e la gioia della danza collettiva.
Il gruppo ha tenuto numerosi concerti ed è stato invitato ad esibirsi al festival “Klezmer e dintorni” di Bologna e alla “Giornata europea di cultura ebraica 2017” a Cento.
Nel 2017 inizia a collaborare con l’attrice e cantante milanese Miriam Camerini alla realizzazione dello spettacolo “Rivoluzione e Redenzione”, dedicato al repertorio della canzone Yiddish ispirato all’Internazionale socialista e al Bundismo.
Particolare importanza è data all’aspetto didattico ed alla diffusione della musica Klezmer sul territorio, effettuando lezioni-concerto in collaborazione con scuole ed accademie di musica. Dall’ottobre 2016, presso la Scuola Popolare di Musica di Brescia, è attivo un corso annuale nel quale si approfondiscono i principali aspetti stilistici e geo-storici del repertorio klezmer e l’apprendimento orale della musica; da questa esperienza è nata la BresciaKlezmerOrchestra.
Nel dicembre 2016 il gruppo ha organizzato un seminario dedicato alla musica strumentale e alla canzone tradizionale Yiddish, al quale hanno partecipato in qualità di docenti la cantante lettone Sasha Lurje e il fisarmonicista e compositore Ilya Shneyveys, due tra i principali esponenti a livello internazionale della nuova generazione di musicisti specializzati in questo genere.
Nel febbraio 2018 è uscito il primo disco autoprodotto: Koilen, viaggio musicale ai confini
dell’impero.

ANGELO BASELLI – Clarinetto
Inizia i suoi studi musicali alla Scuola Popolare di Musica “Isidoro Capitanio” di Brescia con la quale collabora tuttora come insegnante.
Si diploma nel 2001 a pieni voti in clarinetto al conservatorio “G. Verdi” di Milano con il M° Sergio Delmastro.
Grazie a borse di studio della Comunità Europea si perfeziona presso la Scuola di Alto Perfezionamento Orchestrale di Saluzzo (2002) e l’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino (2004) e nel 2006 si diploma al corso superiore del Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano con il M° Milan Rericka.
Come solista e in gruppi da camera ha ottenuto riconoscimenti in concorsi nazionali ed internazionali.
Collabora con gruppi da camera, orchestre sinfoniche ed enti lirici, tra i quali il Teatro del Maggio Musicale Fiorentino, Teatro Regio di Torino, Teatro Verdi di Trieste, Arena di Verona, Teatro Regio di Parma e Teatro Comunale di Bologna. Dall’Ottobre 2012 collabora con il noto attore Marco Paolini per la produzione teatrale “Ballata di Uomini e Cani” come strumentista e co-autore delle musiche originali, e “Song n°14”, esibendosi
sui palcoscenici più importanti in ambito nazionale.
Accanto all’attività in ambito “classico” coltiva da sempre la passione per la musica popolare, con particolare interesse verso la musica Klezmer, dando vita a diversi progetti nel corso degli anni, ultimo dei quali il gruppo Cidnewski Kapelye. Ha partecipato al Klezfest 2015 a Londra e ai corsi della Yiddish Summer Weimar 2016 e 2017, durante i quali ha seguito le lezioni di alcuni tra i massimi esponenti della musica klezmer a livello
internazionale, tra i quali Joel Rubin, Alan Bern, Veretski Pass Ensemble, Christian Dawid, Sasha Lurje, Yair Dalal.

OKSANA IVASYUK – Violino
Nata a Kolomyya, Ucraina, si diploma in violino e didattica della musica all’ Università “Vasyl Stefanyk” di Ivano-Frakivsk. Ha lavorato come docente di violino e ha tenuto numerosi concerti in Ucraina, Romania, Polonia, Malta, con varie formazioni, sia in ambito classico che popolare.
Vive stabilmente in Italia dove collabora come violinista con vari ensemble, tra i quali il gruppo Loriband, con il quale ha inciso l’album “Narrar d’ incanto e di meraviglia”, e l’associazione Musical Mente.

DAVIDE BONETTI – Fisarmonica
Musicista eclettico, Davide Bonetti si esibisce sia come solista che in diverse formazioni, passando dalla musica etnica e popolare al jazz e alla classica.
Nella sua famiglia la fisarmonica è una tradizione che parte dal bisnonno. Nato a Castiglione delle Stiviere (Mn) il 5 marzo 1977, è quasi un fatto naturale che fin da piccolo studi lo strumento grazie agli insegnamenti dello zio Filippo Bazzoli. Si perfeziona in seguito con Fausto Beccalossi, fisarmonicista di fama mondiale.
Diplomato in musica Jazz presso il conservatorio di Brescia nel 2007, approfondisce in parallelo lo studio della musica Jazz con Beppe Rusconi. Partecipa a numerosi seminari sia sulla pratica strumentale (Klaus Paier, Jean Louis Noton, Peter Soave, Frank Marocco) che sulla teoria e sull’improvvisazione (Pietro Leveratto, John Kinnison).
Parallelamente alla fisarmonica si dedica allo studio e alla pratica dell’organetto, sul quale è prevalentemente autodidatta con ricerche sul campo e avvalendosi dei consigli di Franco Ghigini e Guido Minelli.

ANDREA BUGNA – Contrabbasso
nasce a Brescia nel 1984.Si avvicina alla musica tramite il pianoforte frequentando il Conservatorio di Brescia con la professoressa M. Marano. Passa poi al basso elettrico e infine definitivamente al contrabbasso nel 2006.
Partecipa ai workshop “We love jazz” per diversi anni approfondendo lo studio del linguaggio jazz con Buster Williams, John Webber, Aldo Zunino.
Ha suonato con: Franco Cerri, Sandro Gibellini, Byron Landham, Gianni Alberti, Valerio Abeni, Angelo Peli, Carmelo Tartamella, Massimo Faraò, Giuseppe Ricciardo.

Questa voce è stata pubblicata in Proposte. Contrassegna il permalink.